STEM, che passione!

CHIMICI PER UN GIORNO       

Nel mese di novembre 2022 si sono svolti i primi laboratori scientifici per tutte le classi terze della Scuola Secondaria di I grado “Aldo Cappon” previsti dal progetto “STEM CHE PASSIONE!” nato dalla collaborazione tra l’I.C. di Cavarzere e l’I.I.S. “Veronese-Marconi”.

Gli alunni sono entrati per la prima volta in un Laboratorio di Chimica dove hanno potuto sperimentare quanto studiato tra i banchi e molto altro. A turno, con camice e occhiali di protezione e sotto l’attenta guida del professore, hanno mescolato reagenti osservando cambiamenti di colore inaspettati, sono stati stupiti dai colori di varie sostanze alla fiamma, tagliato metalli, come se fossero burro e visto la loro reazione a contatto con l’acqua, la rapidissima corrosione del rame con acidi forti e molto altro… Bellissimo vedere nei volti delle ragazze e dei ragazzi la curiosità  e lo stupore che la chimica, come tutte le scienze, sanno suscitare.

Si ringrazia il prof. Pavanello Luca per la disponibilità e simpatia con cui ha condotto le lezioni.


GIOCHI MATEMATICI D’AUTUNNO

Il 15 novembre c.m. una cinquantina di alunni delle Scuole Superiori di I grado, “A. Cappon” e “T. Livio” dell’I.C. di Cavarzere, hanno partecipato ai Giochi d’Autunno, iniziativa organizzata dal Centro di ricerca PRISTEM dell'Università BOCCONI di Milano.

I “Giochi” sono estesi a livello nazionale, ma anche alcuni altri stati europei partecipano all’iniziativa. La correzione delle risposte, date da ogni studente, viene effettuata direttamente dall’Ente organizzatore che comunicherà le graduatorie indicativamente a fine gennaio. Si procederà allora alla premiazione dei primi tre vincitori di ogni categoria. Gli studenti sono infatti suddivisi in due categorie: la C1, alla quale fanno parte gli alunni del I e II anno e la C2 a cui fanno parte quelli del III.

I giochi matematici sono una sfida per cui non è necessaria la conoscenza di nessuna formula e di nessun teorema particolarmente impegnativo; occorre invece la voglia di mettersi in gioco, un pizzico di fantasia e quell'intuizione che fa capire che un problema apparentemente molto complicato è in realtà più semplice di quello che si poteva prevedere.